Accedi al tuo account

Se sei già registrato accedi al tuo account con le tue credenziali.

Registrati

Creare un account è semplicissimo. Grazie al tuo account potrai monitorare la consegna dei tuoi acquisti, gestire i tuoi dati personali, beneficiare di offerte esclusive e molto altro.

Crea il tuo account
close

risultati ricerca

close
Il carrello è vuoto

IL BURATTINAIO

Bottega dei Burattini

Quest'anno ricorrono i trent'anni di carriera del burattinaio Riccardo Pazzaglia. Tre decadi all’insegna dello studio, dell’approfondimento e di eventi culturali di qualità a Bologna e non solo. Un percorso partito dalla grande passione di un bambino desideroso di portare avanti una tradizione che affonda le proprie radici nella storia bolognese. Riccardo fin da piccolo aveva chiaro l’obiettivo che la città di Bologna dovesse riappropriarsi al più presto della fama di capitale europea dei burattini di cui aveva goduto nei secoli passati.

L’esordio di Riccardo

Riccardo ha iniziato giovanissimo ad avvicinarsi al mondo dell'arte e dei burattini bolognesi, tanto che nell'ambiente era noto come Riccardino. Era il giugno del 1991 quando ebbe occasione di debuttare, ancora undicenne, nel "Don Giovanni" di Wolfgang Amadeus Mozart, spettacolo per burattini, attori e nastro magnetico. Da quel momento il nostro giovane burattinaio non ha mai più lasciato i burattini, tanto che lui stesso si definisce ‘burattinaio per vocazione’.

Le radici nella tradizione

Ultimo allievo del maestro Demetrio 'Nino' Presini (1918-2002), diplomato all'Accademia di Belle Arti di Bologna, dal 1991 avvia un percorso artistico il cui obiettivo primario è la rinascita del teatro dei burattini classici bolognesi. Ha condotto vari studi sulla storia del teatro di figura e sulla Commedia dell’Arte, elaborando per i propri spettacoli un linguaggio espressivo che potesse trovare accoglienza anche presso il pubblico di oggi. Tutto questo senza abbandonare l’essenza dei personaggi e i loro dialetti. Negli ultimi anni Riccardo, grazie alla collaborazione con Alighiera Peretti Poggi, ha dato visibilità, attraverso progetti e pubblicazioni, a tutta la produzione di disegni riguardante maschere e burattini del grande Wolfango (1926-2017).

Un talento poliedrico

Riccardo è inoltre fondatore e promotore di 'Burattini a Bologna', un format legato alla rinascita del burattino in ambito locale, vera e propria scuola che ha incoraggiato burattinai emergenti. È stato spesso protagonista di tournée sia in Italia, sia all’estero con un vasto repertorio che comprende farse, commedie, favole, drammi, leggende e opere liriche, rigorosamente rappresentate dal vivo. Significativa è stata l’esperienza svolta ad Atlanta, in Georgia, presso l’Emory University e il Puppet Center of Arts dove Fagiolino e Sganapino hanno potuto incontrare ufficialmente Kermit la rana e Miss Piggy, famosi personaggi del 'Muppet Show' che là sono custoditi. Riccardo è autore di testi, scenografo, scultore di burattini e oltre ad essere capocomico della compagnia 'Burattini di Riccardo', è l'autore del volume 'Burattini a Bologna' edito da Minerva.

Un grande traguardo

Trent’anni sono passati e molti degli obiettivi che Riccardo e la sua compagnia si erano prefissati sono stati raggiunti. Come per esempio il grande ritorno dei burattini tipici nel centro storico di Bologna, riconosciuto dal Comune, che dal 2017 ha accolto nuovamente nel cortile d’onore di Palazzo D’Accursio il progetto di Riccardo. In tale occasione dall’amministrazione comunale è stato elaborato un nuovo City Brand, ‘Burattini è Bologna’, che sottolinea l’importanza dell’arte dei burattini e di come essi siano profondamente legati alla città.

Uno sguardo al futuro

Questi trent’anni segnano un importante traguardo, ma tanto ancora rimane da fare. I progetti, le aspettative e i sogni non terminano qui, prendono forza da questi anni di esperienza e guardano al futuro grazie ai tanti giovani che si sono avvicinati a quest’arte popolare e nobile al tempo stesso.